America on the road – Come troviamo dove dormire. Aree di sosta, campeggi gratuiti e Casinò.

Nel nostro giro in America in camper abbiamo usato pochi campeggi a pagamento cercando soste notturne gratuite sempre mantenendo un certo livello di sicurezza. Abbiamo felicemente scoperto che è possibile girare in america in camper risparmiando sulle soste dormendo gratis sia nelle grandi città che nelle foreste pur mantenendo un certo livello di sicurezza.

Le regole

In America è possibile dormire di notte nel proprio veicolo ove non chiaramente vietato.

No-Camping-Overnight-Parking-Sign-K-4278

A patto di non mettervi su proprietà privata senza il consenso del proprietario voi potete dormire ovunque voi siate se non c’è questo cartello; non scherzate con il fuoco!

Dispersed Camping

Il dispersed camping è la sosta libera organizzata al di fuori delle città. A differenza della sosta libera che siamo abituati a conoscere noi, qui ci sono veri e propri campeggi in cui è possibile sostare la notte seguendo certe regole molto basiche. Spesso si hanno dei tavoli con panche e BBQ rialzati a disposizione, bagni o latrine ed in qualche caso acqua per caricare i serbatoi.

ocala_national_forest_campground

Come vedete più che una sosta libera nel bosco si parla di un vero e proprio campeggio spartano gratuito spesso gestito dai Ranger; viene anche chiamato primitive camping.

US National forest

In America ci sono i National Park e le National Forest; in queste ultime c’è sempre la possibilità di dormire la notte sia in appositi dispersed camping che in apposite aree. Spesso le aree sono semplicemente recintate e quando si arriva se c’è posto ci si ferma altrimenti si cerca nella successiva.

A volte bisogna “registrarsi” staccando un tagliando dalla bacheca in ingresso, si scrive sopra nome e cognome e targa del veicolo e poi lo si mete in una cassetta che i Ranger svuotano di tanto in tanto. Credo serva per contare quante persone usano l’area per capire ogni quanto passare a pulire i bagni; si avete letto bene si parla di campeggio libero gratuito con bagni o latrine puliti e con carta igienica.

colonnina dispersed camping

Altre volte serve telefonare o andare di persona nell’ufficio dei Ranger per ricevere un “permesso” per fare campeggio nella foresta. Noi abbiamo notato questo approccio nelle zone più gettonate e quasi sempre hanno un numero fisso di permessi da distribuire.

National Parks ed il BLM

Il governo federale da qualche anno ha iniziato un massiccio aquisto di terreni. Per qualche ragione a me ignota hanno iniziato a mettere a disposizione del pubblico tali terreni per fare del disperse camping. Se ne occupa il Bureau of Land Management con un sito web dedicato in cui spiega come raggiungere le aree, dove è possibile fermarsi e distribuisce mappe per non perdersi. Ogni parco ha il suo sito apposito.

area sosta lago

Dove dormire gratis nelle città

Se siete in città e cercate un posto dove fermarsi una notte potete chiedere alle cassiere del Walmart, Walmart è la catena di supermercati più grande del mondo. La cassiera chiederà al manager che vi dirà se potete fermarvi e dove mettervi. Si stima che circa l’80% del Walmart permetta la sosta; gli altri per un motivo o per l’altro non potranno ospitarvi e vi indicheranno a quale Walmart rivolgervi. Mi raccomando chiedete sempre anche se vedete il cartello “no overnight parking” perché spesso lo mettono per i camion!

Sul sito di Walmart c’è una pagina che spiega perché siamo i benvenuti.

Noi il giovedì sera ci fermiamo qui quasi sempre per essere più veloci al mattino, fare la spesa, fare le lavatrici e ritornare a goderci la foresta.

Una soluzione alternativa sono i Casinò; spesso i Casinò mettono a disposizione una parte del proprio parcheggio per sostare la notte.

sosta notturna casino biloxi

Walmart mette a disposizione anche i bagni mentre i Casinò a volte hanno la Wi-fi che si prende anche dal parcheggio.

Dormire gratis per strada

Se la tappa di trasferimento sta andando troppo per le lunghe e vi serve una sosta potete provare nelle aree di sosta lungo le interstate, si trovano segnalate anche sulle mappe e spesso ospitano un Welcome Center. Il Welcome Center è come il nostro ufficio informazioni, vi indicherà le principali cose da vedere nello stato o nell’area e metterà a disposizione una area del parcheggio in cui parcheggiare per dormire la notte con un camper. Molto spesso si ha una decente Wi-Fi e quasi sempre i bagni. Il problema con queste aree è che si fermano anche i camion e questi spesso lasciano i motori accesi per tenere freddo il rimorchio, altre volte capita che se anche i parcheggi per camion e quelli per camper sono separati sono entrambi molto vicino all’interstate per cui la sosta si fa rumorosa. Comunque se siete stanchi e dovete fermarvi van benissimo, noi ad oggi le abbiamo usate un paio di volte perché hanno comunque la sicurezza che gira tutta la notte.

Se invece non state viaggiando su una interstate dovete cercare i boat landing; sono delle rampe per mettere la barche in acqua. Anche queste sono segnalate sulle cartine e sono abbastanza frequenti; spesso si hanno a disposizione dei tavoli con i BBQ rialzati ed i bagni.

Siti web ed applicazioni

Il miglior sito web che ci aiuta a trovare disperse camping in cui dormire è freecampsites. Se invece siete amanti della applicazioni potete scaricarvi:

RV Parky

iOverlander (copre anche l’Europa!)

Casinò RV Parks and Free Campground

Con queste 4 risorse non abbiamo mai avuto problemi a trovare dove dormire.

Conclusioni

Dopo quasi 60 giorni in camper in America possiamo dire che il budget stimato di 10$ a notte per le soste notturne è decisamente sovradimensionato. Noi viaggiamo con due bambini piccoli di 8 e 6 anni per cui serve un minimo di sicurezza, o per lo meno cerchiamo di sostare mantenendo un minimo di sicurezza. La sicurezza che abbiamo in un campeggio in Europa qui l’abbiamo trovata anche a titolo gratuito nelle varie soste che usiamo abitualmente. Nei Casinò c’è la sicurezza che gira tutta la notte, nei Walmart c’è il guardiano notturno, sulle spiagge gira lo sceriffo e nelle foreste passano i Ranger. Solo i boat landing non hanno nulla di tutto ciò e per il momento li stiamo usando solo se ci sono altri camper parcheggiati.

The following two tabs change content below.

Emanuele Peretti

"Ma i tuoi occhi non si fermano mai!" mi disse un giorno una ragazzina mentre in scooter giravamo per Palma de Maiorca. Quella ragazzina è ora madre di due bimbi ed ancora mi segue. I miei occhi non si sono ancora fermati. Con questo blog vorrei fermare tutti i pensieri che accompagnano i miei viaggi e la mia vita per poterli rileggere quando un giorno sarò obbligato a stare fermo.

2 Responses

    • Emanuele Peretti

      Grazie fa sempre piacere ricevere feedback. So personalmente che iOVERLANDER e Freecampsites coprono anche il Canada ed abbiamo incontrato un equipaggio canadese di Vancouver che li usano anche lì. I Casinò ed i Wal-Mart non so.

Lascia una risposta