#Camperiamo_al_Femminile: mi manca una casa!

pubblicato in: alFemminile, Uncategorized | 0

Ebbene sì, dopo 40 giorni di viaggio e dopo aver vissuto più di 20 giorni al caldo oggi ha piovuto, è scesa la temperatura e mi è venuta la malinconia.È vero che non sopporto il freddo, proprio non lo sopporto! Come la temperatura scende sotto i 16 gradi io non lo sopporto e se poi devo vivere la quotidianità fuori casa … cosa ve lo spiego a fare!

Avete presente in autunno quando l’estate è appena finita, fuori piove, è tutto umido e poi esce il sole. Ti vien voglia di uscire, fare una passeggiata ma poi sai che torni a casa al calduccio, magari accendi il fuoco, l’unica cosa che vorresti fare è un bel bagno caldo, rilassante per poi infilarti sotto le coperte, sdraiata sul divano a guardare un film con Lui.

Ecco qui nel nostro camper non si può … niente vasca, niente TV, lo spazio è ristretto e il lettone che c’è sopra lo usano i bambini, noi ci facciamo e disfiamo il letto tutti i giorni.

Un altro aspetto che mi manca è il “fare in casa”. Io non sto mai ferma, faccio un sacco di cose: cucinare, decorare, riordinare gli spazi e a volte cambiare la posizione dei mobili, lavori manuali (maglia, uncinetto, cucito) etc. 

Stare nel nostro camperino è bellissimo, ti parcheggi dove vuoi, dal finestrino vedi albe e tramonti in posti magici ma dentro è come se fosse un po’ freddo, come se non riuscissi a dargli quel calore per renderlo accogliente, per renderlo come un nido in cui rifugiarsi e sentirsi a casa (cioè c’è ma non c’è, questa sensazione). Stare all’interno in quattro è difficile soprattutto con due bimbi a cui piace giocare in continuazione, i movimenti sono ridotti, non ho il forno per preparare piatti squisiti che rendano una giornata uggiosa piacevole; non ho i miei mille materiali per poter creare in casa mentre i bambini mi giocano accanto quando non si può uscire. Mi manca l’intimità che vuoi avere in alcuni momenti, i momenti di solitudine che in casa ci si prende ed il silenzio. Negli ultimi giorni mi è mancato molto!

E quindi la soluzione è uscire … oggi al freddo.

Insomma la nostalgia è la nostalgia e sono sicura che presto passerà. 

Domani ci sarà il sole e tutto cambierà!

The following two tabs change content below.

La Elli

"Ma i tuoi occhi non si fermano mai!" dissi un giorno ad un ragazzo mentre in scooter giravamo per Palma de Maiorca. Quel ragazzo è ora padre di due bimbi ed ancora sono al suo fianco. In tutti questi anni ho imparato a viaggiare con occhi diversi. Grazie ai vari cambiamenti che abbiamo avuto e grazie anche ai nostri meravigliosi figli, vorrei poter passare la mia passione della scoperta di culture e lingue nuove, cibi e posti nuovi e trasmettere che in ogni nostro piccolo gesto quotidiano ho imparato a fare di ogni giorno una nuova avventura.

Lascia una risposta