Germania – Landshut – capoluogo della Baviera!!

pubblicato in: Germania, Viaggi | 0

I parenti iniziano a venirci a trovare. Il gelo è finalmente andato ed i primi fiori emanano profumi gradevoli … primavera è qui anche se il sole ancora manca.

Il tempo non è dei migliori ma mica possiamo stare sempre in casa, no!?!?!
Così ci dirigiamo verso Landshut (english: Landshut), il capoluogo della Baviera.

Ci hanno detto che è molto bella e che nel castello della piccola cittadina, esistono degli affreschi simili a quelli che si trovano in Italia.
Arrivati al parcheggio sulle sponde dell’Isar decidiamo di andare a mangiare in una cantina consigliata da una delle nostre guide dove dicono che è molto caratteristica e dove si possono mangiare i piatti tipici bavaresi .. se non meglio di qui dove?!?!?
Purtroppo, però la troviamo chiusa (scopriamo che è aperto solo la sera) e quindi optiamo per una Steack House che all’esterno sembra molto moderna. Entrati, invece, troviamo un ambiente molto raffinato ed allo stesso tempo molto bavarese. Le pareti sono ricoperte di legno, molte corna appese e una stufa in ceramica che in inverno scalda tutto il ristorante; la tovaglia è apparecchiata con tovagliette in pelo di mucca. Vi dirò all’inizio l’ho trovato un po’ trash ma dopo un po’ che ci si trova dentro sembra di stare in una casa di caccia in “bon ton”.
Dopo aver mangiato (bene) decidiamo di far finalmente una passeggiata in centro … ed ecco che parte la mia avventura con Grande.
Usciamo dal locale, Grande deve andare in bagno (scusate se vi aggiorno di ciò, ma è fondamentale) così entro di-nuovo, facciamo ciò che dobbiamo e appena usciti … spariti tutti!!! 0.0
“Ed ora che faccio? Sono senza telefono, senza soldi, senza chiavi … etc …”
Bhe, rientro nel locale chiamo Lui ma niente, così inizio la ricerca per le strade di Landshut ma niente di niente. Grande è in agitazione totale, il suo papà,suo fratello ed i suoi nonni sono scomparsi; niente paura … li troveremo.


Decido allora di entrare nella chiesa, tanto vale farsi un giretto turistico prima di andare al posto dove sicuramente torneranno tutti, prima o poi … alle macchine, al parcheggio.
La chiesa ha un campanile stupendo e dentro è molto bella. Vagando per la cittadina mi accorgo che è molto elegante, sembra di essere in una mini Monaco, con negozi di un certo livello, baretti molto carini e ristoranti che hanno un loro aspetto caratteristico … mi piace proprio 😉
Il tutto è concentrato in un unica via e così ci dirigiamo al parcheggio anche se la voglia di salire su al castello cerca di distrarmi … spero nella voglia anche delle altre persone, che quando ci si incontrerà, di andare a visitarlo.
Ed eccoli li a chiaccherare tranquilli davanti alle macchine mentre ci aspettano … bene, tutti si tranquillizzano e decidiamo quindi, per la mia gioia, di andare a visitare il castello.
Arrivati sulla collina, entriamo nel meraviglioso parco del castello: da una parte ci sono giochi per i bimbi e giardino botanico, dall’altra si sviluppa il giardino/foresta che si collega all’ingresso del castello.
Il castello è imponente, proprio in cima alla collina  da cui si ha una vista ampia e stupenda … peccato che il tempo non è dei migliori. L’edificio è ben conservato, si può fare una visita interna ogni ora al costo di 8 euro ma noi, con i pupi, decidiamo che non è il caso … peccato visto che qui c’è una sala dedicata agli affreschi italiani che avrei voluto vedere.

The following two tabs change content below.

Emanuele Peretti

"Ma i tuoi occhi non si fermano mai!" mi disse un giorno una ragazzina mentre in scooter giravamo per Palma de Maiorca. Quella ragazzina è ora madre di due bimbi ed ancora mi segue. I miei occhi non si sono ancora fermati. Con questo blog vorrei fermare tutti i pensieri che accompagnano i miei viaggi e la mia vita per poterli rileggere quando un giorno sarò obbligato a stare fermo.

Lascia una risposta