Haute-Provence Geopark – FRANCIA – 1 di 69 Geoparchi Europei UNESCO

 

english version

 

Oggi girovagando in cerca di spunti e luoghi sconosciuti ho scoperto che in Europa ci sono 69 Geoparchi definiti tali dall’UNESCO.

Ho deciso di iniziare una serie di post più come memorandum personale dato che a noi piacciono molto e per i prossimi 3 anni frequenteremo l’Europa sperando di concludere i preparativi per il nostro progetto personale. Come sapete ci piace fare passeggiate, stiamo insegnando ai nostri bimbi a godere dello spettacolo che ci fornisce la natura e ci piace fare foto e comporle in video. La scenografia è molto importante e cosa ci può essere di meglio di un parco naturale?

Il primo parco avremmo dovuto visitarlo quando si viveva in Francia ma purtroppo non conoscevo l’esistenza di tale lista. Onestamente questo parco lo avevamo visto di sfuggita ma poi non abbiamo mai avuto modo di andare a visitarlo.

Il Haute-Provence Geopark ospita un museo all’aperto che vi porta a visitare la natura seguendo 4 percorsi differenti. Segue un video introduttivo creato dal parco stesso (in frrancese)

L’entrata al museo non è libera si pagano 8 euro per gli adulti. Se però fate una vacanza itinerante nella zona potrebbe aver senso considerare il passaporto dei musei che per un periodo limitato vi da uno sconto sulle entrate.  (vi consiglio la primavera tarda perchè in estae si raggiungono temperature anche di 40° e la natura vira al giallastro)

Post veloce, come dicevo più un memorandum per noi che un vero e proprio post di un viaggio che abbiamo fatto. Speriamo in un futuro prossimo di poter scrivere come noi ci siamo trovati.

 

Buoni chilometri.

Emanuele.

The following two tabs change content below.

Emanuele Peretti

"Ma i tuoi occhi non si fermano mai!" mi disse un giorno una ragazzina mentre in scooter giravamo per Palma de Maiorca. Quella ragazzina è ora madre di due bimbi ed ancora mi segue. I miei occhi non si sono ancora fermati. Con questo blog vorrei fermare tutti i pensieri che accompagnano i miei viaggi e la mia vita per poterli rileggere quando un giorno sarò obbligato a stare fermo.

Lascia una risposta