In sella! iiihaa

Thumb up to Wikipedia for the featured image! iiihaa

Tra le varie avventure del giorno la mogliettina ha portato i bimbi a cavalcare per la prima volta!

Sono due mesi che il piccolo chiede di salire sopra un cavallo e quindi, approfittando di un maneggio qui vicino a casa e della amichetta del cuore che fa lezioni li, fisso la data.

Finalmente arriva il giorno, sono super eccitati! Io arrivo col piccolo al maneggio (il grande è già con l’amica). Iniziamo già le prime procedure di sicurezza con l’istruttrice … casco, non toccare i fili con corrente, non stare dietro ai cavalli, non saltare da un cavallo all’altro …

Il piccolo mi saluta e segue Maria (la ragazza che da lezioni) a prendere Filemon. Filemon è un pony bianco, il più anziano e il più abituato ai bambini.

La faccia di Eric è indescrivibile, tra la gioia e il timore, la voglia di urlare e di nascondersi … insomma un’emozione totale.

Arrivano anche il grande e l’amica. Si fanno i preparativi e via al tondino. Loro super concentrati portandosi ognuno il proprio pony.

In sella, due dritte di Maria e via: passo!!!

Eric ha un sorriso sulla faccia che ancora non si è tolto e Edo si guarda tra le nuvole. Sono bravi e ubbidienti sia i bambini che i pony così Maria decide di farli trottare unpo’ … ragazzi che emozione!!

Prima volta in sella e già al trotto!!!

I bimbi saltellano sulle selle trasportati dal loro turbine di gioia e timore. Si vede lontano un miglio la giostra della felicità girare all’impazzata. Che bello vedere i bimbi felici.

Credo proprio che oggi andranno a letto soddisfatti. Un altro giorno, un’altra avventura, un’altra esperienza.
Grazie perseguirci e leggerci

Please like and share 😉

The following two tabs change content below.

Emanuele Peretti

"Ma i tuoi occhi non si fermano mai!" mi disse un giorno una ragazzina mentre in scooter giravamo per Palma de Maiorca. Quella ragazzina è ora madre di due bimbi ed ancora mi segue. I miei occhi non si sono ancora fermati. Con questo blog vorrei fermare tutti i pensieri che accompagnano i miei viaggi e la mia vita per poterli rileggere quando un giorno sarò obbligato a stare fermo.

Lascia una risposta