America on the road – Las Vegas con i bambini

Ed eccomi qui a raccontarvi la follia delle follie: visitare Las Vegas (la città dei balocchi) con i nostri figli di 6 e 8 anni.

Per questa avventura abbiamo dormito in un hotel/casinò e utilizzato il camper per cucinare, insomma avevamo una cucina nel parcheggio. La stanza l’abbiamo presa per vari motivi: internet illimitato, corrente illimitata, lavarci illimitatamente (link doccia), dormire in silenzio e la piscina!

Colazione a letto direttamente dal parcheggio 😉

Dopo esser stati ad una con laundry (link lavatrici) per lavare tutto quanto vestiti, lenzuola e stracci vari; abbiamo fatto check-in e da qui è iniziata la ricerca su internet di cosa offrisse questa città “pazza” con un taglio “child friendly”.

Ho trovato un blog (The Family Company) di una famiglia che con il loro camper hanno sostato in questa città per una notte e mi ha dato qualche spunto ma soprattutto mi ha dato una visione ben chiara di come potesse essere la città.

La permanenza doveva essere il più possibile low cost così abbiamo cercato tutti gli eventi gratuiti che si potevano fare.

Due giorni non bastano; La Vegas è una città aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e la maggior parte degli spettacoli si svolgono dal primo pomeriggio in poi.

Gli hotel sono delle attrazioni già di per se, sia internamente che esternamente.

Hotel a forma di castello, hotel che ricordano un’intera città e altri che al loro interno hanno interi parchi gioco e/o spettacoli da offrire.

Alcuni Hotel visti da fuori

Ad ogni modo , cosa abbiamo fatto noi:

Passeggiata avanti e indietro per la Strip di giorno e di sera.

Abbiamo visitato il negozio delle M&M’s dove si può vedere un mini film 3D e assaggiare gusti e colori nuovi che sul mercato non si trovano.

 

Abbiamo visto il Tresure Island, dove ci sono due barche pirata che decorano la facciata dell’hotel che è a tema piratesco.

Abbiamo visto eruttare il vulcano del Mirage

 

Ci siamo concessi un aperitivo al Seguno dove i bambini hanno mangiato nachos e noi abbiamo bevuto un magarita degno del suo nome

Abbiamo cenato al Rain Forest. Veramente impressionante. I bimbi erano affascinati.

Abbiamo visto i giochi di fontane di due hotel differenti.

Tutto questo in neanche 48 ore.

Dopo il secondo giorno di mille luci, mille colori e un sacco di esperienze particolari i bambini erano sovreccitati e quindi abbiamo deciso di lasciare la città anche se avevamo in programma di fare altre cose … forse visitare Las Vegas dopo una settimana di foresta e tre giorni di deserto non è stata la scelta migliore ma ogni tanto un po’ di civiltà ci vuole.

Comunque sono d’accordo con The Family Company di tutto questo:

Tuttavia, rimane una città che vive sul gioco d’azzardo e su tutto ciò che vi ruota attorno, per cui richiede una certa consapevolezza ed un atteggiamento responsabile da parte dei genitori. Ecco quindi i miei suggerimenti:

  • rispettate i ritmi e le esigenze dei vostri bambini: Las Vegas vive di notte, ma se i vostri figli sono piccoli, non costringeteli a vagare con voi tra le luci sfavillanti della città fino a tardi.
  • siate consapevoli che potreste trovare facilmente – sui marciapiedi, nei taxi o sulle insegne – pubblicità di spogliarelli, escort e club per adulti
  • potrebbe succedere di incontrare, per strada, persone che hanno esagerato con il bere e con il fumo; non sono solitamente pericolosi, ma siate preparati a dare delle spiegazioni ai vostri figli
  • evitate le stradine laterali della Strip
  • Las Vegas ha un clima caldo e molto secco, pertanto è importante bere spesso ed avere sempre dell’acqua con sè
  • per i teenagers, Las Vegas può essere un gran divertimento; ma anche nascondere insidie da cui, invece, bisogna stare lontani. Se intendete lasciarli soli, pianificate di incontrarli spesso durante il giorno e limitate le aree in cui possono muoversi. Sappiate inoltre che a Las Vegas e in tutto il Clark County c’è una legge coprifuoco per i minorenni (sotto i 18 anni): ovvero, non possono girare se non sono accompagnati da un genitore o da chi ne fa le veci, nei seguenti orari: dalle 22 alle 5 dalla Domenica al Giovedì e da mezzanotte alle 5 il Venerdì ed il Sabato, nei giorni festivi e nelle vacanze estive; sulla Strip, le ore di coprifuoco sono: dalle 21 alle 5, il venerdì, il sabato e nei giorni festivi tutto l’anno.

Ed io aggiungo e sottolineo: nulla è impossibile, nulla è fattibile tutto è coscientemente deciso in base alle esigenze di tutte le età.

The following two tabs change content below.

La Elli

"Ma i tuoi occhi non si fermano mai!" dissi un giorno ad un ragazzo mentre in scooter giravamo per Palma de Maiorca. Quel ragazzo è ora padre di due bimbi ed ancora sono al suo fianco. In tutti questi anni ho imparato a viaggiare con occhi diversi. Grazie ai vari cambiamenti che abbiamo avuto e grazie anche ai nostri meravigliosi figli, vorrei poter passare la mia passione della scoperta di culture e lingue nuove, cibi e posti nuovi e trasmettere che in ogni nostro piccolo gesto quotidiano ho imparato a fare di ogni giorno una nuova avventura.

Lascia una risposta